FDM, SLS o SLA: quale tecnologia di stampa scegliere?

Conosciamo tutti le caratteristiche e i vantaggi che offre la produzione additiva, tuttavia, pochi di noi sanno distinguere tra la moltitudine di opzioni e le tecnologie molto disparate che offre, ognuna con i suoi vantaggi e svantaggi.

Quindi, conoscere i fondamenti e i limiti che ognuno ha è qualcosa di grande importanza per scegliere il più adatto ad ogni esigenza.

Sebbene esistano una moltitudine di varianti, le più comuni e utilizzate all’interno della stampa 3D sono:

  • modellazione a deposizione fusa (FDM)
  • stampa stereolitografia (SLA)
  • sintetizzato con laser selettivo (SLS)

Indubbiamente, la più utilizzata è la tecnologia FDM, a causa della comparsa di stampanti 3D a basso costo basate su questa tecnologia, ma negli ultimi anni sia la tecnologia SLS che SLA hanno guadagnato terreno. Non solo per il fatto che sono in grado di raggiungere migliori qualità industriali, ma anche per i loro prezzi competitivi.

Se non sei sicuro di quale opzione scegliere, di seguito dettagliamo quali sono le caratteristiche principali di ciascuno, nonché i suoi vantaggi e applicazioni.

Stampa 3D FDM

È una delle tecnologie più popolari e complesse quando si tratta di progettare e preparare file per la stampa.

Tra tutti i suoi limiti, il più importante è la necessità di utilizzare supporti e l’impossibilità di ottenere l’isotropia meccanica.

Inoltre, poiché il materiale fuso non può essere depositato nell’aria, non è possibile stampare direttamente ponti o cantilever, quindi è necessario aggiungere strutture di supporto.

Vantaggi della stampa su FDM:

All’interno della tecnologia FDM, possiamo stampare su materiali come: PLA, ABS, ASA, Legno, Flessibile o PETG.

Come puoi vedere, la tecnologia FDM ha una gamma di materiali di gran lunga molto ampia e a un costo inferiore, oltre a consentire grandi volumi di stampa.

FDM – Pro

È la tecnologia desktop più diffusa nel settore.
Il suo meccanismo e il suo utilizzo sono molto più semplici.

FDM – Contro

Richiedono una calibrazione approfondita per avere modelli di qualità. I dettagli di stampa sono generalmente inferiori rispetto ad altre tecnologie.

Quali parti possiamo stampare con la tecnologia FDM?

Va detto che è una tecnologia ideale per la stampa di sagome, utensili, pezzi con volume o per quelle applicazioni che richiedono materiali specifici.

Uno dei settori a cui la stampa 3D FDM offre grandi vantaggi è la produzione di modelli architettonici, poiché questo tipo di progetto è composto da pezzi ingombranti che non richiedono alta precisione e aggiungendo a questo il fatto che può fornire finiture metalliche, di legno o ceramica ai pezzi senza la necessità di post-elaborazione.

Stampa 3D SLA

È la seconda tecnologia di stampa 3D più utilizzata. La differenza tra la tecnologia FDM è che espone un vassoio di resina selettivamente strato per strato alla luce ultravioletta.

All’interno della tecnologia SLA, possiamo stampare su materiali come: Hard Resin e Flexible Resin.

Tuttavia, come la stampa 3D FDM, richiede supporti che devono essere rimossi dopo la stampa, tuttavia, a differenza di FDM, non consente la stampa contemporaneamente con due materiali, quindi i supporti devono essere rimossi meccanicamente.

Tuttavia, i suoi vantaggi includono la sua alta risoluzione e l’eccellente finitura superficiale ottenibile attraverso la stampa 3D SLA.

D’altra parte, è perfetto se quello che cerchiamo è stampare piccoli pezzi che richiedono alta risoluzione e ottime finiture superficiali.

Grazie a questo, è stata incoronata come la tecnologia per eccellenza nel settore dentale e della gioielleria.

SLA – Pro

Grazie alla qualità dei suoi modelli, questa tecnologia può essere utilizzata in molteplici settori.
I diversi tipi di resine consentono di creare modelli con proprietà diverse, come le resine colabili.
I modelli realizzati con questa tecnica offrono maggiore precisione e robustezza.

SLA – Contro

È necessaria una certa conoscenza tecnica per la corretta movimentazione delle macchine.

Stampa 3D SLS

È probabilmente la tecnologia più comune negli ambienti industriali. Grazie a questa tecnologia si possono produrre particolari sia in termoplastico che in metallo.

All’interno della tecnologia SLS, possiamo stampare su materiali come: Nylon PA12.

La stampa 3D SLS consiste nell’utilizzare un sistema di scansione laser, strati di materiale in polvere.

Uno dei principali vantaggi dell’ordinazione di parti in questa tecnologia è che ti dà la possibilità di stampare senza supporti, rendendo le condizioni di progettazione molto più basse e semplificando la post-elaborazione delle parti.

Un altro importante vantaggio è che le parti stampate con questa tecnologia sono dense e hanno un’elevata isotropia, il che la rende una tecnologia ideale per la produzione di prototipi funzionali.

SLS – Pro

  • Resistente a temperature molto elevate.
  • Resistente agli urti e agli attacchi chimici.
  • Molto resistente all’umidità.

SLS – Contro

  • Meno economico di FDM o SLA.


Stampa 3D: Camera riscaldata

stampa d camera riscaldata

PERCHÉ LA CAMERA RISCALDATA È IMPORTANTE NELLA STAMPA 3D L’ambiente nella camera di stampa deve essere perfetto per il materiale da stampare. I polimeri di base come il PLA possono…

Persone, oggetti e scene: Modelli 3D organici

La modellazione 3D è il processo di sviluppo di una rappresentazione matematica di qualsiasi oggetto tridimensionale (inanimato o vivente) attraverso un software specializzato. I modelli 3d organici mettono in relazione…

Apri Chat
Salve 👋
Hai un esperto in linea di stampanti 3D.
Chiemi pure 😊