Taglia i costi e gli sprechi: Stampa 3D a zero rifiuti

Poiché molte aziende cercano di rendere la propria struttura e i propri processi più sostenibili, la stampa 3D viene valutata come uno strumento per ridurre gli sprechi nelle applicazioni di prototipazione e produzione. In grado di accelerare le iterazioni, offrire un metodo di produzione alternativo e produrre solo ciò che è necessario, una stampante a sinterizzazione laser selettiva (SLS) in loco come la serie LAB aiuta le aziende a eliminare le risorse sprecate.

Tuttavia, molti processi di stampa 3D creano ancora rifiuti di plastica sotto forma di materiale inutilizzabile o scartato nelle fasi successive alla finitura. Ora, grazie a software e hardware migliorati, 3d-type introduce il flusso di lavoro senza sprechi utilizzando la stampante a sinterizzazione laser selettiva (SLS) LAB H5.

Vicino alla perfezione: la stampa 3D e la fase di prototipazione

Sebbene le innovazioni nei materiali e i miglioramenti nell’hardware abbiano reso possibile un numero maggiore di usi di produzione finali, la prototipazione rapida rimane uno dei casi d’uso più comuni per le stampanti 3D.

I metodi tradizionali di prototipazione come la lavorazione CNC, l’intaglio a cera persa o la modellazione di schiuma e argilla richiedono molto tempo, motivo per cui le aziende si affidano sempre più alla stampa 3D per le loro fasi di test e test della forma. Designer, ingegneri e tecnici di prodotto possono progettare, stampare, testare e ripetere molto più velocemente che mai con una stampante 3D in loco.

La nuova stampante LAB H5 consente processi di prototipazione più rapidi ed efficienti, accelerando i periodi tra le iterazioni ed eliminando i tempi di fermo inutili mentre i progettisti aspettano il completamento della stampa. Il suo potente motore di stampa e la velocità di scansione migliorata possono creare parti fino a due volte più veloci della stampante LAB H5, mantenendo i costi di investimento molto inferiori rispetto ad altri sistemi industriali.

La prototipazione con una stampante 3D SLS interna già aiuta a ridurre gli sprechi in diversi modi. L’accessibilità e i tempi di stampa rapidi di un sistema SLS in loco consentono ai progettisti di prodotti di passare attraverso più iterazioni e fasi di convalida rispetto a quelle che otterrebbero utilizzando i metodi tradizionali o l’invio di parti a un servizio di stampa 3D esterno.

L’esecuzione di un processo di prototipazione così esteso prima di creare uno stampo per la produzione aumenta la probabilità che il prodotto finale sia soddisfacente. La fretta nel processo di prova e test per la convalida per arrivare alla produzione produce spesso versioni del prodotto non ideali, che possono comportare l’eliminazione dello stampo e di centinaia o migliaia di parti con esso.

Queste modifiche spesso creano cicli finali inutili che vengono sprecati quando gli strumenti cambiano e le parti già stampate diventano obsolete. Iterazioni più veloci significano che gli strumenti possono essere perfetti e che ogni iniezione avrà un risultato che raggiungerà i consumatori.

Caso d’uso di produzione: stampa solo ciò di cui hai bisogno

La stampa 3D di parti di uso finale consente ai produttori di creare solo ciò di cui hanno bisogno, quando ne hanno bisogno, indipendentemente dal fatto che l’applicazione sia produzione aftermarket, produzione provvisoria, produzione personalizzata o parti aftermarket. La natura di questo sistema di produzione su richiesta riduce gli sprechi e la necessità di immagazzinare grandi scorte.

Per i produttori aftermarket, le stampanti SLS di 3d-type hanno eliminato la possibilità di ordinare in eccesso, parti obsolete o dover immagazzinare un gran numero di parti. Il cliente della serie LAB, che è un produttore aftermarket di componenti per motori marini, deve rispondere alle modifiche apportate ai suoi motori dal produttore originale.

Prima di portare l’SLS nella loro struttura con il LAB H5 ha dovuto stimare la domanda di questi componenti aftermarket per ordinare un numero sufficiente di parti da un’officina meccanica.

Con LAB H5 può produrre parti di uso finale all’arrivo della domanda, stampando la giusta quantità necessaria ed eliminando la necessità di immagazzinare le eccedenze. Tutto questo mentre fornisci rapidamente le parti ai tuoi clienti. Quando il produttore originale cambia il design, non c’è eccedenza di parti obsolete e JetBoat Pilot riduce gli sprechi in due modi:

Zero sprechi con la serie LAB

Le stampanti della serie LAB hanno diverse caratteristiche che rendono il processo di stampa più sostenibile, tra cui un piano di stampa autosufficiente, velocità di rotazione regolabile e algoritmo avanzato di compattazione della camera di stampa.

A differenza di altri metodi di stampa 3D, le parti SLS non devono essere stampate con supporti, poiché la massa compattata della polvere di stampa si sostiene da sola mentre ogni strato sinterizza dall’alto. In altri processi, le strutture di supporto devono essere rimosse e scartate.

Sebbene i supporti stessi siano spesso piccoli, quando si esegue una prototipazione intensiva o un processo di produzione completo, questo tipo di rifiuti può accumularsi e crescere. La stampa 3D SLS elimina questo tipo di spreco.

E che dire della polvere non sinterizzata che circonda le parti? Usando il LAB H5, gli utenti delle stampanti della serie LAB possono riciclare tutta la loro polvere non sinterizzata per l’uso nella prossima camera di costruzione. Non devono smaltire polvere e possono utilizzare qualsiasi cosa acquistano creando un flusso di lavoro all’italiana con la stampante e il setaccio dei fusibili.

La frequenza di aggiornamento della polvere è la quantità di nuova polvere necessaria per iniziare una nuova stampa. Con le polveri da stampa SLS di 3d-type, i tassi di rinnovo possono arrivare fino al 30%.

Quando la densità di impaccamento della camera di stampa e la velocità di rinnovo sono uguali, tutta la polvere non sinterizzata può essere riutilizzata nel round successivo. Se una camera viene compattata al 30% di densità e il tasso di rotazione del materiale è del 30%, la polvere non sinterizzata (il restante 70%) verrà riciclata per creare una nuova cartuccia di polvere che mischia il 70% di polvere riciclata e il 30% di polvere nuova, che finisce per evitare sprechi di materiale.

Il nuovo Fusibile 1+ 30W con atmosfera di azoto

La nuova stampante LAB H5 include la possibilità di stampare con alimentazione di azoto, che crea un ambiente inerte durante il processo di stampa e protegge le parti dall’ossidazione, preservando la qualità della polvere non sinterizzata che circonda le stampe.

Di conseguenza, questa polvere verde meglio conservata può essere riciclata con un tasso di rotazione più efficiente. La stampa in un’atmosfera di gas inerte consente agli utenti di riciclare la polvere di nylon 11 e la polvere di nylon 11 CF con un tasso di rinnovo del 30%, rispetto al 50% quando si stampa in un ambiente non controllato.

Stampa continuamente a un costo accessibile

LAB H5 consente alle aziende di incorporare SLS nelle loro strutture, non solo a un prezzo iniziale accessibile, ma anche a un costo continuo dei materiali accessibile. Calcolare il ritorno sull’investimento nella stampa 3D SLS è più facile che mai quando non devi includere il costo di una polvere che non sinterizza nella stampa, ma rimane inutilizzabile.

Tutti i granuli di polvere possono essere utilizzati per produrre parti e il setaccio fusibili ottimizza e semplifica il processo di riciclaggio. Ottimizzando la velocità di rotazione e la densità di compattazione e utilizzando l’atmosfera di azoto, le stampanti 3D SLS della serie LAB possono ridurre i costi ed eliminare lo spreco di materiale.



Controller di gioco personalizzati con la stampa 3D

controller di gioco personalizzati con la stampa d

Battle Beaver Customs si concentra sulla fornitura di un’esperienza premium per i giocatori attraverso controller di gioco personalizzati. Le sue modifiche rendono i controller più reattivi e competitivi, consentendo ai…

Materiali di stampa 3D ecologici

materiali di stampa d ecologici

Attualmente, siamo tutti consapevoli del problema che esiste con l’inquinamento e l’uso massiccio della plastica, oltre all’esistenza di una cattiva gestione dei rifiuti, che sta causando sempre più problemi ambientali….

Qual è il materiale migliore per una stampa 3D?

qual e il materiale migliore per una stampa d

In questo post ti mostriamo i materiali di stampa disponibili per aiutarti a decidere quale scegliere per realizzare perfettamente il pezzo che desideri. Questi materiali sono strutturati all’interno di due…

Lascia un commento

Apri Chat
Salve 👋
Hai un esperto in linea di stampanti 3D.
Chiemi pure 😊