Stampare in ABS: Tutto quello che devi sapere

Il mercato delle stampanti 3D continua a crescere in tutte le parti del mondo. Troviamo articoli di diverse riviste, media digitali e siti di vendita che ci parlano di questo argomento e della sua realizzazione. Non sappiamo proprio quale sia il materiale più utile per la nostra stampante, quali vantaggi e svantaggi troviamo nella sua stampa, né il rapporto qualità-prezzo… Per tutto questo è necessario leggere questo articolo e ottenere il massimo da stampa in ABS.

In commercio possiamo trovare centinaia di materiali con caratteristiche, qualità e stati differenti (polvere, filamenti, palline, granuli, resine, ecc.). Alcuni dei più conosciuti e utilizzati sul mercato sono:

  • PLA (acido polilattico),
  • Nylon (poliammide),
  • WPC (composito di plastica di legno)
  • ABS (acrilonitrile butadiene stirene) tra gli altri.

Quest’ultimo materiale, l’ABS, è uno dei più trascurati grazie al suo uso comune nel mercato della stampa 3D. L’ABS (acrilonitrile butadiene stirene) è una plastica a base di petrolio altamente resistente. Ha una temperatura di fusione compresa tra 230°C e 260°C. Trova largo impiego negli attuali processi produttivi come custodie per elettrodomestici, parti Lego, componenti per auto, contenitori per liquidi caldi… I prodotti realizzati con questo materiale sono molto resistenti e durevoli, ma non infrangibili.

Vantaggi e svantaggi della stampa in ABS

Alcuni vantaggi che possiamo trovare nell’ABS sono la sua produzione economica:

  • Leggerezza,
  • Riutilizzo,
  • Grande resistenza agli urti e
  • Facilità di lavorazione, poiché può essere modellato, resistere alle deformazioni e offrire una grande resistenza termica.

È un materiale che può essere carteggiato e forato, oltre ad essere molto resistente agli attacchi chimici.

Mentre gli svantaggi più importanti di questo materiale sono:

  • produce gas nocivi quindi non può essere effettuato in luoghi completamente chiusi,
  • la varietà di colori è più scarsa rispetto ad altri tipi di materiali di stampa 3D
  • è necessario lavorare su una base o una zona calda per poter stampare la struttura, poiché questo crea una buona adesione e ne impedisce la deformazione, cosa che non accade con altri materiali.

Quando si parla di stampa, troviamo una difficoltà media a seconda dell’oggetto che si vuole stampare. È necessaria una certa esperienza 3D. La contrazione di questo materiale è più veloce di altri quindi tende a rompersi in condizioni troppo fredde.

L’effetto di deformazione è anche uno svantaggio in ABS. Se la base su cui si lavora non è ad alta temperatura, gli angoli della figura tendono a sollevarsi. Questi dati non si verificano solo con questo materiale.

In riferimento al prezzo, troviamo quantità diverse a seconda del peso e della qualità del materiale. Attualmente sul mercato ne troviamo molte varietà, ma acquistare a buon mercato è costoso. Si consiglia che il prezzo sia di circa 15 euro/kg, poiché in questo modo si garantisce un buon risultato.

Quale tipo di ABS funziona meglio?

Attualmente sul mercato troviamo diverse tipologie con cui stampare in ABS come: Basic, Smartfil, Premium e Specials. Sono realizzati da aziende come Filament2Print. Ognuno di loro varia in caratteristiche diverse sebbene sia sempre lo stesso materiale.

ABS Basic è un filamento di alta qualità che si adatta a tutte le tasche, poiché ha un ottimo rapporto qualità-prezzo. Il suo prezzo è di circa 20 euro/kg e lo troviamo in un’ampia varietà di colori.

Per continuare si continua con l’ABS Smartfil, un’altra varietà che si differenzia dalla precedente per la maggiore facilità di stampa. Il motivo è perché ha un additivo che consente di stampare a una temperatura inferiore. Come il precedente, il suo prezzo è di circa 20 euro / 750 gr, ma la varietà di colori è inferiore.

Troviamo anche Premium ABS, un filamento di altissima qualità che garantisce grande precisione nelle dimensioni (tolleranza e rotondità) e senza nessun tipo di impurità. Un’altra cosa da tenere a mente con questo tipo di ABS è che il colore segue i codici RAL e Pantone.

Infine abbiamo gli Special ABS, filamenti che sono stati aggiunti per garantire miglioramenti specifici: ABS HI, che è il 40% più resistente agli urti, ABS FIREPROOF, ignifugo e autoestinguente, e ABS Medical Smartfil. è progettato per applicazioni mediche. Queste varietà vanno da 27 euro a 45 in bobina da 750 gr.

Suggerimenti per la stampa in ABS

L’ABS può essere stampato più facilmente grazie ad alcuni consigli pratici da eseguire per una stampa efficiente.

L’estrusore deve avere una temperatura di 235°C, così come la temperatura del letto deve essere di 60°C per le parti piccole e di 80°C per le parti grandi.

D’altra parte, è vietato utilizzare layer fan per stampare su ABS. Si consiglia inoltre di eseguire la stampa in ambienti riscaldati o che la stampante 3D abbia un involucro ermetico. Ciò migliora la finitura della parte. È consigliato anche in ambienti ben ventilati a causa dei gas nocivi che questo tipo di materiale sprigiona.

E infine, tieni presente che in alcuni colori la temperatura può variare. Nei colori scuri è meglio aumentare la temperatura ottimale di circa 3-5 gradi Celsius.

E ora che sai qualcosa in più su questo materiale, vuoi usarlo nella tua stampante?


Sei interessato a trovare una stampante 3D professionale di origine italiana con un software sviluppato in Italia?


Stampante 3D Professionale LAB X2-2

stampanteDprofessionaletipsx

La Stampante Professionale 3D LAB X2-2 rappresenta l’evoluzione del modello LAB X2 con due teste e due piatti (assi X, Z e Y) indipendenti.

Con tale modalità si avranno due stampanti 3D in una!

Si aggiunge quindi alle modalità di lavoro della LAB X2 la Modalità X2 ovvero la stampa contemporanea di due oggetti diversi!

Stampante 3D Professionale LAB H2/H3

stampanteDtipshh

La Stampante Professionale 3D Lab H2/H3 è la solida base sulla quale combinare moltissimi optional e creare la stampante 3D più idonea alle vostre esigenze.

Qualsiasi sia la vostra scelta, potrete successivamente effettuare upgrade per implementare nuovi optional o modificarne addirittura le dimensioni.

Stampante 3D Professionale LAB CLOSED

StampanteDprofessionaleLABCLOSED

La Stampante Professionale 3D Lab CLOSED rappresenta l’ultimo traguardo in termini di efficienza e capacità di produzione.

Introduce molte novità come il braccio a doppio estrusore con filamento da 3mm e 1.75mm, il sensore di prossimità che esegue in automatico la flatness, doppio piatto indipendente per stampare contemporaneamente progetti differenti e molto altro.

Stampante 3D Professionale LAB H5

stampanteDtipsmodelloh

La Stampante Professionale 3D Lab H5 rappresenta la soluzione ideale per chi ha la necessità di realizzare oggetti molto ingombranti dal punto di vista dell’altezza.

Difatti ciò che contraddistingue questa stampante 3D è la possibilità di avere un area di stampa alta 500mm.

Con il modello Lab potrete combinare moltissimi optional e creare la stampante 3D più idonea alle vostre esigenze.

Qualsiasi sia la vostra scelta, potrete successivamente effettuare upgrade per implementare nuovi optional o modificarne addirittura le dimensioni.



E’ costoso stampare in 3D ?

E costoso stampare in D

La stampa 3D è uno dei recenti sviluppi nel mondo della tecnologia in costante evoluzione e accelerazione. Riguarda il processo di creazione di un oggetto fisico tridimensionale da un file…

Cosa sono le stampanti 3D?

stampante d quanto costa

Le stampanti 3D sono qualcosa che esiste da diversi anni, ma non molte persone conoscono la loro esistenza, oltre ad essere utilizzate in settori come la medicina o l’architettura. Cosa…

Lascia un commento