Stampa 3D: Camera riscaldata

PERCHÉ LA CAMERA RISCALDATA È IMPORTANTE NELLA STAMPA 3D

L’ambiente nella camera di stampa deve essere perfetto per il materiale da stampare. I polimeri di base come il PLA possono essere stampati senza una camera riscaldata. Per stampare con tecnopolimeri come ASA o PC è necessaria una camera riscaldata fino a 140°C per poter fornire la migliore qualità possibile delle parti stampate.

Tuttavia, i polimeri ad alte prestazioni come ULTEM o PEEK hanno una resistenza al calore estremamente elevata, il che significa che è necessario disporre di una camera riscaldata in grado di arrivare fino a 250°C, per avere il controllo necessario per il processo di stampa. Senza la temperatura ottimale nella camera, effetti come la deformazione, lo stress interno residuo e le scarse proprietà meccaniche molto probabilmente rovineranno le parti stampate in 3D.

La stampa di polimeri ad alte prestazioni senza il dispositivo ottimale farà sprecare materiale, tempo e denaro. L’avanzata camera riscaldata di 3d-type risolve problemi come la deformazione e altri problemi strutturali nelle parti stampate. La funzione principale della camera riscaldata è quella di mantenere il pezzo ad una temperatura uguale e stabile durante l’intero processo di stampa.

Al termine della stampa, la temperatura nella camera si raffredderà lentamente. Questo per garantire elevate proprietà meccaniche e precisione dimensionale per la parte stampata. Il raffreddamento lento ed uguale impedisce anche la formazione di stress interno.

Struttura della camera riscaldata intelligente

La camera riscaldata del 3d-type si riscalda molto velocemente. Il tempo di preparazione per stabilizzare la camera a 220°C richiede solo 30 minuti. La struttura intelligente della camera riscaldata non solo mantiene la temperatura stabile durante il processo. Garantisce inoltre un lungo ciclo di vita per tutti i componenti critici. Grazie alla struttura flottante non c’è rischio di surriscaldamento dei componenti della macchina. La struttura galleggiante assicura che tutti siano al sicuro dalle alte temperature.

Temperatura ottimale per camera riscaldata

La camera riscaldata è la caratteristica più importante quando si cercano i migliori risultati possibili nelle parti stampate. Ogni polimero ha una temperatura di transizione vetrosa (Tg). Quando si lavora con materiali amorfi come PPSU o PEKK-A, è importante mantenere l’ambiente circostante il materiale a una temperatura ottimale. In molti casi, la temperatura ottimale per la camera riscaldata è vicina alla Tg del polimero da stampare.

In Tg i polimeri sono in rilassamento strutturale. Grazie al raffreddamento costante, eviterai anche problemi altrimenti invisibili, come lo stress interno all’interno della parte stampata. Grazie a quell’alta temperatura possiamo offrire ai nostri clienti anche la più ampia gamma di materiali sul mercato.

Stiamo offrendo profili ottimizzati pronti per diversi materiali per rendere il processo di stampa il più semplice possibile. Quando stampi con il nostro sistema, devi solo scegliere il materiale di cui hai bisogno per la tua stampa.

Le temperature ottimali della camera per alcuni polimeri ad alte prestazioni sono:

  • ESTERNO 240°C
  • PPSU 225°C
  • ULTEM 1010 220°C
  • ULTEM 9085 185°C
  • PEKK-A 160°C

Puoi aspettarti di avere la stessa alta qualità di stampa con più materiali diversi. Con Ultra, stampare polimeri ad alte prestazioni è come stampare PLA con qualsiasi stampante 3D desktop. Puoi essere certo di avere parti dimensionalmente accurate, meccanicamente resistenti e prive di sollecitazioni interne nascoste.

Anche durante lo stampaggio a iniezione di polimeri ad alte prestazioni, lo stampo deve essere ugualmente riscaldato per evitare che il pezzo si raffreddi troppo velocemente e crei stress residuo nel pezzo. Con la nostra soluzione puntiamo a rendere possibili i principi dello stampaggio ad iniezione attraverso la stampa 3D, per garantire le massime proprietà meccaniche delle parti stampate.


Sei interessato a trovare una stampante 3D professionale di origine italiana con un software sviluppato in Italia?


Stampante 3D Professionale LAB H2/H3

stampanteDtipshh

La Stampante Professionale 3D Lab H2/H3 è la solida base sulla quale combinare moltissimi optional e creare la stampante 3D più idonea alle vostre esigenze.

Qualsiasi sia la vostra scelta, potrete successivamente effettuare upgrade per implementare nuovi optional o modificarne addirittura le dimensioni.

Stampante 3D Professionale LAB H5

stampanteDtipsmodelloh

La Stampante Professionale 3D Lab H5 rappresenta la soluzione ideale per chi ha la necessità di realizzare oggetti molto ingombranti dal punto di vista dell’altezza.

Difatti ciò che contraddistingue questa stampante 3D è la possibilità di avere un area di stampa alta 500mm.

Con il modello Lab potrete combinare moltissimi optional e creare la stampante 3D più idonea alle vostre esigenze.

Qualsiasi sia la vostra scelta, potrete successivamente effettuare upgrade per implementare nuovi optional o modificarne addirittura le dimensioni.

Stampante 3D Professionale LAB X2

Stampante D professionale d lab mill

La Stampante Professionale 3D Lab X2 ha due bracci (assi X e Z) indipendenti.
Questo consente diverse modalità di lavoro:

  • DUPLICATE: stampi contemporaneamente due copie dello stesso oggetto.
  • MULTI-MATERIAL: abbini un materiale differente per ogni testa. La testa non utilizzata si parcheggia automaticamente.
  • MULTI-TOOLS: le due teste sono indipendenti e su ognuna di esse puoi montare uno strumento differente.

Stampante 3D Professionale LAB X2-2

stampanteDprofessionaletipsx

La Stampante Professionale 3D LAB X2-2 rappresenta l’evoluzione del modello LAB X2 con due teste e due piatti (assi X, Z e Y) indipendenti.

Con tale modalità si avranno due stampanti 3D in una!

Si aggiunge quindi alle modalità di lavoro della LAB X2 la Modalità X2 ovvero la stampa contemporanea di due oggetti diversi!



La stampa 3D sceglie l’aiuto umanitario

la stampa d sceglie laiuto umanitario

Handicap International è un’organizzazione internazionale di solidarietà che interviene in situazioni di povertà ed esclusione. Nella guerra hanno valutato circa 25.000 persone ferite. Provenivano principalmente dalla guerra e, più precisamente,…

Lascia un commento