La stampa 3D e la sua influenza sulla medicina

Molte sono le persone che hanno bisogno di un trapianto di organi e non hanno potuto accedervi perché il sistema sanitario non lo consente poiché è richiesto, nel caso di quasi tutti gli organi, che ci sia un donatore.

Ma la complicazione non si esaurisce solo con l’ottenimento del donatore, impresa quasi titanica, è appena iniziata l’odissea dei pazienti che dovranno sottoporsi agli esami per vedere se quell’organo è compatibile o meno con il loro corpo, il che suppone qualche più giorni di attesa.

Il problema è che quando questi organi non sono compatibili, il paziente deve tornare a una lunga lista d’attesa, in cui non si sa quando un donatore ricomparirà e ancor di più che quel donatore è compatibile.

Stampa 3D: la soluzione per organi incompatibili

La stampa 3D è entrata nel mondo della medicina, fornendo una soluzione per medici e pazienti poiché grazie a stampanti specializzate, progettate per stampare organi, è possibile realizzare un organo umano con le caratteristiche specifiche richieste per ogni paziente. Ciò riduce notevolmente i tempi di attesa per donatore e i costi associati a tale intervento chirurgico.

Tuttavia, questo non è ancora così popolare e non è ancora accessibile a tutti gli ospedali del mondo. La stampa di organi 3D si è dimostrata efficace e costa meno, ma non è stato possibile portarla in tutti gli ospedali perché la sua applicazione richiede stampanti costose e personale altamente qualificato per gestirle e quindi ridurre al minimo il rischio di errori.

Si può stampare qualsiasi organo?

Numerosi studi sono stati condotti per molti anni, che hanno permesso la coltivazione di cellule umane e queste cellule sono ora utilizzate per la bioprinting o la stampa di organi umani. La risposta scientifica è che qualsiasi organo può essere stampato grazie al fatto che le stampanti utilizzerebbero queste cellule cresciute in laboratori altamente specializzati e che sono fatte su misura per il paziente, riducendo così totalmente il rischio di rigetto.

Si tratta di una tecnologia ancora in fase di sperimentazione, per questo motivo non è stato ancora stampato un cuore, un rene o un fegato completo, ma è stato possibile stampare una trachea, utilizzata in una ragazza ed è stata realizzata con le proprie cellule staminali, ottenendo un risultato di successo.



Perché ci sarà una stampante 3D in ogni casa

Perché ci sarà una stampante D in ogni casa casa

Nel 2005, una delle iniziative tecnologiche che ha dimostrato la maggiore capacità di cambiare il panorama tecnologico globale nella storia recente ha iniziato a svilupparsi. Questo è il progetto RepRap,…

Stampante 3D: Quanto costa?

stampante d quanto costa

La stampa 3D in loco è una soluzione versatile per un’ampia gamma di applicazioni: modelli ad alta risoluzione, prototipazione rapida, attrezzaggio rapido per processi di produzione tradizionali, ausili alla produzione…

Stampanti 3D: Cos’è un estrusore?

stampanti d cose un estrusore

L’ estrusore è una delle parti principali che compongono una stampante 3D, poiché questo pezzo è quello incaricato di prelevare l’esatta quantità di filamento dalla materia prima di stampa, al…

Fibra di carbonio: Come realizzare parti in 3D

fibra di carbonio come realizzare parti in d

I materiali compositi, come la plastica rinforzata con fibra di carbonio, sono materiali altamente versatili ed efficienti che guidano l’innovazione in vari mercati, dall’aerospaziale all’assistenza sanitaria. Ottengono risultati migliori rispetto…

Apri Chat
Salve 👋
Hai un esperto in linea di stampanti 3D.
Chiemi pure 😊